Azione Amazon vs Azione Alphabet: Quale Comprare?

Quando si tratta dell’azione Alphabet Inc (NASDAQ: GOOGL, NASDAQ: GOOG) e dell’azione Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN), ci sono una serie di somiglianze. Entrambe le società sono titani del settore tecnologico: l’azione Amazon ha la seconda più alta capitalizzazione di mercato al mondo, mentre l’azione Alphabet la terza.

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Quale Comprare?

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Differenze

Ma ci sono anche molte differenze. La più ovvia riguarda la valutazione. In effetti, le scelte aziendali sembrerebbero più orientate alla crescita che al valore. Il titolo AMZN è una classica azione di crescita, forse quella per eccellenza: viene scambiata ancora a 85 volte gli utili, una valutazione incredibile per una società che ha meno di 25 anni di vita. Al contrario, il titolo GOOGL sembrerebbe oggi più conveniente, con un EPS a 24 volte gli utili previsto entro il 2019.

Nonostante il netto divario, gli analisti sembrerebbero più rialzisti su AMZN e molto più cauti su GOOGL. Ma al momento scegliere fra i due non è affatto facile. L’incredibile corsa di AMZN, con il titolo cresciuto di quasi il 75% solo da fine Novembre e che ha guadagnato oltre $ 350 miliardi di valore, ha come unico problema quello della valutazione. Anche l’azione Alphabet è andata bene ed ha smentito nel tempo molti scettici. Tuttavia, al momento, l’azione Amazon ha ancora un leggero vantaggio competitivo. Ma in questo mercato, gli investitori potrebbero anche scegliere GOOGL. O nessuno dei due.

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Crescita

Ciò che è interessante dei due titoli è che il divario di valutazione sembrerebbe vicino al ridicolo, dato che i profili di crescita sono più o meno simili. Nel 2017, Amazon.com ha registrato un aumento del fatturato del 31%. Le vendite di Alphabet, invece, sono aumentate del 22,8%.

Ma se si esclude l’acquisizione di Whole Foods Market, la performance delle società sembrerebbe quasi identica. I dati “pro forma” di Amazon 10-K indicano che le vendite sono cresciute del 23,1%, solo tre decimi di punto percentuale superiori ad Alphabet. E mentre il reddito operativo di Alphabet è aumentato del 10% nel 2017, quello di Amazon è in realtà sceso del 2%.

Da un punto di vista puramente fondamentale, quindi, Alphabet sembrerebbe avere un enorme vantaggio. Le entrate crescenti sono essenzialmente veloci quanto quelle di Amazon, almeno su base organica. Eppure i suoi guadagni, escludendo la sua liquidità, è un quarto rispetto a quella del suo rivale. Esistono tuttavia delle ragioni per cui il divario ha un senso.

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Pubblicità

Una delle ragioni che spiegano il divario fra le due società è sicuramente il business della pubblicità. Per Alphabet, la pubblicità è il business per eccellenza: oltre l’86% delle entrate del 2017 proviene infatti dalle sue campagne di advertising.

Il segmento Altre scommesse” della compagnia ha alcune attività interessanti, tra cui l’unità Waymo che si occupa dello sviluppo dei veicoli a guida autonoma, valutata (per stima) circa $ 70 miliardi. Ma anche quella cifra impressionante è meno di un decimo della capitalizzazione di mercato di Alphabet!

Tuttavia, è proprio l’attività pubblicitaria che causa preoccupazione. Il costo “per clic” continua ad aumentare, aumentando i timori di compressione dei margini. Il passaggio alle app, sia in termini di mobile che di sistema operativo Windows 10, aumenta il rischio di una minore domanda di ricerca.

Nel frattempo, gli inserzionisti continuano a mettere in dubbio il posizionamento degli annunci su YouTube in particolare, con Cisco Systems, Inc. (NASDAQ: CSCO) che si è unita a Procter & Gamble Co (NYSE: PG) e Unilever NV (NYSE: UL) per sospendere o ridurre la spesa per quella piattaforma.

Amazon, al contrario, ha ancora un piccolo business pubblicitario. Almeno per il momento. Ma ha una reale opportunità di sfidare Google e Facebook, Inc. (NASDAQ: FB) in quel settore in un futuro non molto lontano.

L’aggiunta di pubblicità video potrebbe contribuire con miliardi di dollari di entrate a enormi margini. E a causa della portata planetaria di Amazon e la sua vasta gamma di clienti, il suo business pubblicitario ha apparentemente meno rischi di fallire i suoi obiettivi.

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Hardware

Un’interessante comunanza nel dibattito tra Alphabet e Amazon è che entrambe le società hanno faticato notevolmente nello spazio dell’hardware. Come dimenticare uno dei più grandi fallimenti della compagnia di Bezos, il Fire Phone.

Google ha lottato in modo simile con il suo Pixel e anche l’unità Nest ha deluso fino ad ora. Il suo accordo con HTC non sembrerebbe poter risolvere la debolezza di lunga data di Alphabet nello spazio hardware. E nessuna delle due società ha dimostrato di essere un valido concorrente di Apple Inc. (NASDAQ: AAPL), in particolare nel mercato degli smartphone.

Azione Amazon vs Azione Alphabet: Conclusioni

Quando si tratta di scegliere tra l’azione Amazon e l’azione Alphabet (leggi anche 3 Motivi per Comprare il Titolo Alphabet – GOOGL), la preferenza degli investitori è probabilmente un fattore importante. Gli investitori di valore potrebbero preferire fattori come la colossale liquidità Alphabet, la sua crescita degli utili e i multipli più attraenti rispetto alla quota di mercato di Amazon e la sua enorme valutazione.

Ma il successo a lungo termine di entrambi i titoli probabilmente sarà dato dai loro margini. Per Amazon, è possibile che i margini si espanderanno ad un certo punto una volta che l’azienda avrà finito di investire massicciamente. Tale espansione potrebbe derivare da aumenti dei prezzi, come il recente aumento delle tariffe per la sottoscrizione del servizio Prime. Amazon potrebbe inoltre trovare nuove aree dove poter monetizzare, come la pubblicità. Qualunque sia la politica di Bezos, sembrerebbe funzionare.

Per le azioni GOOGL, le preoccupazioni sono decisamente opposte. La paura di Alphabet è che i suoi margini siano vicini o molto vicini ad un picco. Se la domanda di ricerca diminuisce e i costi di acquisizione no, i margini (che si sono leggermente compressi nel 2017) diminuiranno. La crescita dei profitti rallenterà (se non diminuirà addirittura) ad un certo punto.

Il caso limite è che l’immensa quantità di dati di Alphabet, l’aumento delle capacità nell’intelligenza artificiale e (possibilmente) il successo della sua divisione “Altre scommesse” come Waymo, Verily e Nest saranno più che sufficienti per superare qualsiasi debolezza pubblicitaria, se mai questa dovesse arrivare. Di conseguenza, le preoccupazioni sui margini di fronte alle azioni GOOGL sono altrettanto a breve termine di quelle affrontate da AMZN, anche se in un modo molto diverso.

Personalmente, se fossi costretto a scegliere, oggi punterei ancora su AMZN perché è più facile (e più saggio) possedere un’azienda con potenziale espansione del margine anziché provare semplicemente a proteggere la sua struttura esistente. Anche se, come detto, le differenze fra le due società sono davvero minime.

  • Voto Utenti
  • Votato! 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Il tuo voto


Quale scegliere fra l'azione Amazon e l'azione Alphabet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su