Azioni da Comprare: I 10 Dividendi Aristocratici Più Sicuri di Wall Street

Come molti di voi sapranno, i dividendi aristocratici sono quelle azioni appartenenti a società che hanno aumentato la loro cedola per oltre 25 anni. Tuttavia, non tutte rispondono anche a requisiti di alti rendimenti e sostenibilità a lungo termine. La valutazioni da fare, in questi casi, sono diverse. Bisogna innanzitutto sapere che un alto dividend yield non sempre è sinonimo di un buon investimento. Importante è anche valutare il payout ratio, ovvero la percentuale di utili distribuita agli azionisti sotto forma di dividendi. Molti credono che questo sia l’indicatore migliore per capire se una società è “brava” nel distribuire dividendi consistenti nel lungo periodo.

Azioni da Comprare: I 10 Dividendi Aristocratici Più Sicuri di Wall Street

I Dividendi Aristocratici Più Sicuri di Wall Street

Con questo in mente, oggi vedremo alcuni dei migliori titoli di Wall Street con dividendi aristocratici, caratterizzati da un’alta percentuale di sicurezza e qualità.

1.  Abbott Laboratories (NYSE: ABT)

  • Dividend Yield : 1.9%
  • Payout Ratio corrente : 39.2%

Abbott Laboratories non è una di quelle aziende che spiccano a Wall Street, ma rappresenta a tutti gli effetti uno dei migliori acquisti sul mercato. La società fa un po’ di tutto, dalla diagnostica alla cura del diabete, settori in cui oggi è una delle più all’avanguardia. Realizza anche una varietà di valvole cardiache, stent e cateteri artificiali.

Oggi la varietà di prodotti che offre è sempre richiesto, mantenendo costanti i suoi flussi di cassa in quasi tutti i settori economici in cui opera. È così che la società è stata in grado di aumentare il dividendo trimestrale per il 46° anno consecutivo, come annunciato alla fine dello scorso anno.

Anche se il rendimento dell’1,9% non è molto alto, il suo grado di affidabilità è decisamente superiore alla media del mercato.

2. 3M Co (NYSE: MMM)

  • Dividend Yield : 2.51%
  • Payout Ratio corrente : 51.5%

3M Co è una società che produce una varietà di prodotti che interessano diversi settori economici, come stetoscopi, post-it, elmetti militari, forniture per elettricisti e per la pulizia, solo per citarne alcuni.

Questa sua diversificazione settoriale ha aiutato l’azienda a superare brillantemente anche i periodi più difficili, come testimonia il fatto di aver aumentato il proprio dividendo annuale ogni anno dal 1977.

Meglio ancora, 3M può permettersi di dare risalto a ciò che paga agli azionisti. Il suo payout ratio, l’ammontare dei guadagni distribuiti agli azionisti sotto forma di dividendi, negli ultimi dodici mesi è stato inferiore al 60% dei suoi profitti, ma questo è in realtà superiore al tipico payout della compagnia. Il payout del 51,5% è attualmente il massimo raggiunto dalla società nella sua storia.

Ciò lascia ampio spazio all’azienda per investire nella propria crescita.

3. Kimberly Clark Corp. (NYSE: KMB)

  • Dividend Yield : 3.77%
  • Payout Ratio corrente : 57.1%

Quasi tutti sanno che Kimberly Clark è una delle più importanti società che operano nel settore della produzione di carta. Non tutti però apprezzano pienamente l’importanza e la qualità dei suoi prodotti, né tutti gli altri marchi che possiede. La società produce anche pannoloni per adulti, tamponi Kotex e asciugamani di carta Kleenex, solo per citare alcuni dei brand di proprietà dell’azienda.

Ed è proprio questa diversità che ha permesso al gigante della carta di appianare alcuni degli alti e bassi che hanno subito anche gli altri competitors del settore. Il risultato finale è una società che ha lentamente ma inesorabilmente aumentato il pagamento dei dividendi fin dai primi anni ’70.

E, con un rendimento attuale del 3,77%, si tratta di un’azione da tenere in debita considerazione.

4. Visa Inc (NYSE: V)

  • Dividend Yield : 0.69%
  • Payout Ratio corrente : 19.1%

Con l’avvento del Bitcoin e delle altre criptovalute e la continua crescita delle altre opzioni di pagamento online come PayPal, sembra che gli intermediari delle carte di credito come Visa Inc si stiano avvicinando all’obsolescenza!

Non è così che funziona però. Infatti, Visa fornisce servizi di connessione tra consumatori e commercianti che società come PayPal ancora non fanno. E anche se il rapporto con le criptovalute rimane teso, il fatto che Visa stia cercando un modo per integrarle nei suoi servizi suggerisce che l’azienda si sta preparando per un futuro molto diverso dal presente.

In altre parole, il futuro di Visa sembrerebbe ancora roseo. Così come il suo dividendo, che è stato pagato (e aumentato) in modo abbastanza consistente da decenni ormai.

5. Texas Instruments Incorporated (NASDAQ: TXN)

  • Dividend Yield : 2.38%
  • Payout Ratio corrente : 49.7%

Quando gli investitori pensano a titoli tecnologici, i nomi che vengono in mente sono Intel Corporation (NASDAQ: INTC) o NVIDIA Corporation (NASDAQ: NVDA).

Ottimi titoli, per carità, ma purtroppo afflitti da una volatilità non indifferente (come tutto il settore tech, del resto). Gli investitori orientati al reddito che cercano invece un’esposizione più sicura ed affidabile al settore tecnologico potrebbero prendere in considerazione Texas Instruments Incorporated.

Certo si tratta di una società che fa meno “tendenza”: non realizza infatti processori per computer e smartphone e non è neanche impegnata nel settore dell’intelligenza artificiale. Si tratta però dell’azienda leader nella produzione di calcolatori e orologi (nello specifico, orologi industriali e scientifici high-tech).

Ed è proprio questo il fattore chiave. La roba “noiosa” vende sempre! È così che Texas Instruments vanta una serie di pagamenti stabili sui dividendi e in aumento fin dal 1971.

6. Johnson & Johnson (NYSE: JNJ)

  • Dividend Yield : 2.58%
  • Payout Ratio corrente : 41.4%

Come il titolo TXN, Johnson & Johnson potrebbe essere una delle aziende di prodotti sanitari più noiose a cui un investitore possa pensare. E come Texas Instruments, è proprio questo fattore uno dei suoi punti di forza.

Per la cronaca, sebbene l’investitore medio fatichi a nominare anche solo uno di loro, J&J produce e commercializza anche farmaci su prescrizione: uno dei suoi punti di forza è il Remicade (che cura una serie di problemi gastrointestinali) che ha generato entrate per 6,3 miliardi di dollari l’anno scorso e il Tylenol, un farmaco simile alla nostra Tachipirina.

I suoi pilastri, tuttavia, sono i prodotti più familiari come il suo shampoo per bambini e i cerotti, prodotti che la gente compra più e più volte senza pensarci due volte. È così che Johnson & Johnson ha raddoppiato i suoi dividendi annuali in quasi cinque decenni.

7. Consolidated Edison, Inc. (NYSE: ED)

  • Dividend Yield : 3.75%
  • Payout Ratio corrente : 67%

Consolidated Edison è un noto fornitore di energia elettrica, con sede a New York.

Storicamente, l’azienda ha avuto sempre una crescita lenta e costante. Come anche i suoi dividendi, cresciuti quasi ogni dagli anni ’90. Se le riforme del Presidente Trump saranno in grado di ripristinare la potenza manifatturiera degli Stati Uniti, la domanda di servizi elettrici aumenterà, rafforzando il risultato economico consolidato di Edison anche senza aumenti di tasso.

8. Stanley Black & Decker, Inc. (NYSE: SWK)

  • Dividend Yield : 1.66%
  • Payout Ratio corrente : 29.9%

Si potrebbe pensare che un produttore di utensili come Stanley Black & Decker sia soggetto a troppi alti e bassi ciclici per essere uno dei migliori titoli azionari del mercato. Tuttavia, la sua storia dimostra esattamente il contrario.

La società ha visto un leggerissimo calo delle entrate solo tra il 2000 e il 2002 (quando si chiamava solo Stanley Works), anche se il periodo più duro è stato nel 2009 in seguito al crollo dei mutui subprime. Tuttavia già l’anno successivo, grazie alla fusione tra Stanley Works e Black & Decker, ha iniziato ad incrementare i suoi ricavi.

Il risultato finale è che la società ha aumentato i suoi dividendi da 50 anni consecutivi, con profitti molto superiori al suo dividendo in quasi tutti i trimestri.

9. Walmart Inc. (NYSE: WMT)

  • Dividend Yield : 2.43%
  • Payout Ratio corrente : 42.3%

Il più grande rivenditore al dettaglio del mondo, Walmart Inc, ha avuto non pochi problemi in passato. Solo pochi anni fa, il pessimo servizio clienti e gli scaffali spogli non erano solo la norma, ma un semplice sintomo di come la gestione dell’azienda fosse diventata solo l’ombra di quello che era in passato.

Da allora, la società ha risolto la maggior parte dei suoi problemi, con una crescita trimestrale media del 2,6% nell’ultimo anno. Sarebbe ingenuo, tuttavia, pensare che Walmart non finirà per cadere nella stessa trappola ad un certo punto nel futuro! Quindi, come può meritarsi un posto in questa classifica dei dividendi aristocratici più sicuri di Wall Street?

Semplicemente, perché possiede l’80% delle vendite al dettaglio negli Stati Uniti! Finché l’azienda continuerà sulla strada tracciata imparando dai suoi errori, la crescita dei dividendi sarà più che adeguatamente protetta. Dividendo che è cresciuto ogni anno negli ultimi 29 anni.

10. Microsoft Corporation (NASDAQ: MSFT)

  • Dividend Yield : 1.80%
  • Payout Ratio corrente : 46.3%

Ultima, ma non meno importante, è una società che ha fatto dell’affidabilità il suo cavallo di battaglia: Microsoft Corporation.

Ma non è solo questa caratteristica che rende MSFT un dividendo aristocratico su cui puntare. E’ la natura del suo nuovo modello di business. Molti dei suoi nuovi prodotti come Office 365 e l’accesso alla sua piattaforma di gestione del cloud Azure, sono venduti e fatturati come “software come servizio” o SaaS (software as a service). Questi cicli di fatturazione sono mensili o trimestrali e si ripetono con un alto livello di fidelizzazione dei clienti. E le entrate ricorrenti sono ciò che rende un dividendo molto affidabile.

L’attuale rendimento dell’1,8% non è alto, ma sorprendentemente Microsoft vanta uno dei più consistenti trend di crescita dei dividendi non solo tra i titoli tecnologici, ma tra tutti i settori del mercato.

Questa tendenza si sta solo consolidando con il lancio di più prodotti che generano entrate costanti per la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su