Come Affrontare Un Mercato Orso

La normalità dei mercati finanziari è caratterizzata da alti e bassi, da momenti di volatilità più o meno alta e da fasi rialziste e ribassiste. Queste sono rispettivamente conosciute col il nome di mercato toro (o bull market) e mercato orso (o bear market). Quindi, se un certo mercato ha una tendenza al rialzo, è chiamato mercato toro, mentre quando tende al ribasso è chiamato mercato orso. Molti di voi si chiederanno perché dare a delle fasi di mercato nomi di animali!

mercato orso

Esistono varie “leggende” a riguardo. Ma la più credibile è forse la più semplice: il toro è un animale che attacca le prede sferrando colpi dal basso verso l’alto (rialzo), mentre l’orso attacca con le sue enormi zampe sferrando colpi che partono dall’alto e vanno verso il basso (ribasso). Ad ogni modo, anche se la loro origine è abbastanza incerta, queste due definizioni vengono solitamente utilizzate quando in un dato indice azionario si presenta una variazione rialzista o ribassista di almeno 20 punti.

Gestire un Mercato Orso

A questo punto la domanda è: “Cosa deve fare l’investitore quando si presentano queste fasi del mercato?” Deve forse vendere quando i mercati sono orso e magari il suo portafoglio ha un rendimento negativo? O forse il bear market è davvero il momento più adatto per comprare?

Purtroppo, non esiste una risposta certa a queste domande, perché le modalità e la tempistica d’investimento dipenderà da alcuni fattori correlati allo specifico investimento. Tuttavia, vi sono delle regole universali che permettono di affrontare efficacemente i rialzi o i ribassi dei mercati finanziari.

Nello specifico, oggi vedremo come affrontare al meglio una fase di mercato orso.

1. Perseguire Sempre i Propri Obiettivi

La maggior parte degli investitori tende a sopravvalutare le esperienze appena vissute e preferisce richiamare alla mente i ricordi più freschi (quello che la finanza comportamentale chiama recency bias). In poche parole, nel caso in cui si dovesse presentare una condizione sfavorevole di mercato come un bear market, difficilmente gli investitori riusciranno a pensare agli anni passati, in quanto saranno portati a ragionare sugli aspetti più recenti e a pensare che tale fase ribassista sarà destinata a continuare.

Questa condizione psicologica tenderà ad influenzare il giudizio degli investitori, che inevitabilmente inizieranno a tralasciare le evidenze contrarie (e magari positive) alla propria filosofia, una volta che emergeranno. Concentrarsi sul breve periodo significa aver perso di vista il senso stesso dell’investimento, con conseguenze negative.

2. Cercare Notizie Da Più Fonti

Oggi alcuni giornali o media finanziari si preoccupano più del numero dei lettori che della qualità e veridicità delle notizie offerte! Soprattutto quando si tratta di notizie negative riguardanti un (eventuale) mercato orso, la cassa di risonanza generata è molto ampia e questo ci fa capire come non ci sia emozione più forte della paura in un investitore. Ecco perché conviene sempre cercare informazioni su più siti, blog o forum, così da avere un’idea più realistica dello scenario economico e finanziario.

3. Non Guardare Costantemente il Saldo del Conto

Altro errore commesso dagli investitori, spesso dettato dalla paura o dall’inesperienza, è quello di guardare costantemente il saldo del proprio conto. Oltre all’inutilità del gesto in sé, questo testimonia come non vi sia effettivamente una strategia di medio/lungo termine da parte dell’investitore. Invece, con una buona asset allocation e una strategia efficiente, il portafoglio saprà sempre come reagire alle diverse condizioni del mercato, orso o toro che sia. Ricordate che nei periodi d’incertezza, uscire dal mercato solo perché spaventati dai rendimenti negativi e perché privi di una strategia di medio/lungo termine, può essere molto rischioso.

4. Mercato Orso: Mai Concentrarsi sul Breve Termine

Come accennato precedentemente, concentrarsi sul breve termine non solo non è utile ma è anche dannoso. L’andamento dei mercati non è prevedibile con certezza. Quindi, modificare il proprio portafoglio investimenti in un momento in cui si è condizionati emotivamente da un contesto complesso e difficile da gestire, può portare più danno che benefici. Sono proprio gli alti e i bassi a creare valore ai mercati e agli investimenti. Basterebbe tenere sempre a mente questo concetto per capire come sia sbagliato concentrarsi sul breve periodo.

  • Voto Utenti
  • Votato! 5 stelle
    5 / 5 (1 )
  • Il tuo voto


Consigli utili per affrontare efficacemente una fase di mercato orso.

Un pensiero riguardo “Come Affrontare Un Mercato Orso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su