Come Investire In Fondi Comuni

I fondi comuni sono degli strumenti finanziari che consentono all’investitore di creare valore nel tempo. Una delle loro caratteristiche principali, che ne fanno uno dei preferiti dai piccoli risparmiatori, è la diversificazione dell’investimento: mentre le singole azioni o obbligazioni sono molto influenzate dallo stato di salute di una singola impresa o dall’economia di un paese, i fondi comuni consentono di investire in un numero elevato di strumenti finanziari. Ad oggi esistono diverse tipi di fondi, le cui caratteristiche variano a seconda del profilo di rischio/rendimento scelto: fondi di liquidità, fondi obbligazionari, fondi bilanciati, fondi azionari e fondi flessibili.

fondi comuni

Fondi Comuni: 5 Consigli Utili

Vediamo ora qualche consiglio utile per investire efficacemente in fondi comuni.

1. Rispettare L’Orizzonte Temporale

I fondi comuni offrono la massima libertà d’investimento, consentendo all’investitore di sottoscrivere quote o chiederne il rimborso, in qualsiasi momento. Tuttavia, per essere efficaci, bisogna rispettare l’orizzonte temporale raccomandato per il tipo di fondo, così da incorrere in spiacevoli sorprese. Ad esempio, chi ha un un orizzonte troppo breve (di solito, inferiore ai 3 anni), allora non dovrebbe optare per i fondi azionari, in quanto potrebbero rivelarsi troppo volatili. In un’ottica di lungo periodo, invece, i fondi azionari funzionano meglio, perché hanno storicamente generato rendimenti più elevati rispetto a tutti gli altri strumenti finanziari.

2. Sfruttare il Fattore Tempo

Quando si tratta di investimenti, la tempistica è fondamentale per ottenere dei rendimenti futuri. Infatti, iniziare presto a investire aumenta concretamente le possibilità di ottenere guadagni nel tempo. Questo grazie all’interesse composto, con il quale i rendimenti conseguiti dall’investimento fatto saranno in grado di generare a loro volta ulteriori rendimenti.

3. Investimento Low Cost

I fondi comuni sono accessibili a tutti, anche a chi può investire piccole somme di capitale. Grazie a questi strumenti, è possibile versare il capitale in un’unica soluzione (PIC), oppure ripartirlo in tanti versamenti periodici nel tempo (PAC). Quest’ultima, in particolare, è consigliata a chi ha intenzione di investire a piccole somme nel tempo. Inoltre, investire con regolarità nel tempo consente di evitare di concentrare gli investimenti in un unico momento, diminuendo i rischi del mercato.

4. Gestione e Spese

Mai investire senza avere piena coscienza delle spese a cui si andrà incontro. A differenza delle performance, infatti, queste sono l’unica componente che possiamo conoscere in anticipo. Ricordate che le spese di un fondo comune devono essere correlate alla qualità, ovvero al risultato dello stile di gestione offerto. La situazione peggiore nella quale un investitore può trovarsi è quella di avere a che fare con un fondo attivo…solo sulla carta, trovandosi poi a pagare per un servizio di gestione che non rispecchia i costi che sta sostenendo.

5. Stabilite Obiettivi Reali

Ad ogni investimento bisognerebbe associare un obiettivo reale e concreto: laurea di un figlio, il proprio matrimonio, un viaggio studio all’estero etc. Numerosi studi hanno infatti dimostrato che la definizione di un obiettivo concreto diminuisce le probabilità che l’investimento vada male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su