Perché La Volatilità è Importante Negli Investimenti

Quando si parla di investimenti, la volatilità è uno dei concetti chiave da conoscere, in quanto le sue implicazioni possono far la differenza fra guadagno e perdita. Ma di cosa si tratta? Per volatilità s’intende l’intensità delle variazioni subite da un titolo in un determinato periodo di tempo. Più semplicemente, è la variazione percentuale del valore di un titolo o un portafoglio rappresentata dall’oscillazione del suo valore. La volatilità si misura in percentuale ed indica la distanza solita del prezzo di un titolo dal suo valore medio. Ad esempio, se un titolo ha avuto una volatilità media del 10% nel corso dell’ultimo anno, significa che in media la distanza del suo valore dal prezzo medio del titolo è stata di 10 punti percentuali. Ad una volatilità elevata corrisponderanno quindi variazioni di prezzo più forti, mentre a una bassa volatilità corrisponderà un andamento del prezzo più “soft”.

La Volatilità è Sempre un Male?

Solitamente, si tende a pensare che la volatilità di un titolo indichi il livello di rischio ad esso associato. Diciamo che non è del tutto vero. Ovviamente, quando si ha in un portafoglio azionario un’azione più volatile di altre, l’investitore sarà più esposto alle oscillazioni del suo valore. Ciò significa che per mantenerlo nel tempo dovrà essere pronto a sopportare un andamento decisamente incostante. E questo potrebbe generare panico e far decidere di vendere immediatamente il titolo. Ecco perché è importante capire la propria propensione al rischio quando si decide di investire. Se avete una tolleranza al rischio molto basse, vi consiglio di costruire un portafoglio azionario meno volatile, anche a costo di ottenere rendimenti inferiori.

volatilità

Nel grafico sopra, potete notare l’andamento di un titolo per un periodo di 4 anni, con momenti di alta e bassa volatilità.

Come Gestire La Volatilità

Prima di investire, bisogna aver chiari i propri obiettivi e l’orizzonte temporale (breve, medio/lungo termine). Io consiglio sempre di ragionare in un’ottica di lungo periodo (a parità di avversione al rischio), anche perché non avrete lo stress di dover controllare giornalmente le oscillazioni del titolo in questione. Vi è poi un tipo di trading più speculativo, come il market timing o il day trading, in cui il trader dovrà sfruttare le oscillazioni giornaliere con operazioni di acquisto e vendita continue.

Ad ogni modo, se il vostro obiettivo è quello di aumentare e proteggere il capitale dovrete focalizzarvi su un’altro tipo di strategia, creando un portafoglio strategico che sfrutti i trend macroeconomici di medio-lungo periodo. Altro consiglio utile per limitare la volatilità è quello di attuare una diversificazione efficace del vostro portafoglio. L’obiettivo è quello di evitare che un cattivo investimento spazzi via gran parte (o la totalità) del patrimonio di un investitore, ripartendo il proprio portafoglio in azioni, obbligazioni e liquidità. All’interno di queste classi, gli investimenti possono essere ulteriormente diversificati. Le azioni, ad esempio, possono essere comprate in diversi settori di mercato mentre le obbligazioni possono essere acquistate in base alla qualità creditizia e alla scadenza. Le liquidità, invece, continueranno a garantire un piccolo tasso di interesse durante i periodi in cui il valore di altri investimenti sta scendendo.

Un portafoglio ben diversificato di solito comprende gli investimenti in titoli a breve termine che pagano dividendi, titoli di stato, fondi comuni di investimento e depositi a termine, in una percentuale variabile in base alla necessità di investimento individuale. Ogni portafoglio diversificato, infatti, varia in base alle esigenze e preferenze degli investitori.

Per concludere, non possiamo affermare che la volatilità sia una cosa positiva o negativa. Le oscillazioni dei prezzi fanno parte del processo di investimento e purtroppo non esiste modo o strategia per eliminarle. Ciò che è importante è capire le proprie necessità e obiettivi, così da trovare la migliori opportunità d’investimento.

Un pensiero riguardo “Perché La Volatilità è Importante Negli Investimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su