I Migliori ETF Del 2017

Quali sono stati i migliori ETF del 2017? Quello che si è appena concluso è stato un anno eccezionale per il mercato americano, con l’indice S&P 500 che ha guadagnato circa il 19% nel 2017 grazie alle politiche pro-crescita di Washington e alla fiducia dei consumatori. Nonostante l’ottimo andamento del mercato azionario, è dagli ETF che sono venute le performance più interessanti.

migliori etf

I Migliori ETF del 2017

Alcuni di questi fondi fanno riferimento al mercato azionario americano, mentre altri sono internazionali e fanno riferimento alle economie in più rapida crescita del mondo. A questo proposito, oggi daremo uno sguardo ai migliori etf che nel 2017 hanno guadagnato il 50% o più senza strategie aggressive con leva.

1. Global X MSCI Argentina ETF (NYSEARCA: ARGT)

Molti investitori statunitensi potrebbero non aver notato il mercato rialzista in casa loro, ma quest’anno il mercato azionario argentino ha raggiunto livelli record. In poche parole, ciò è dovuto all’ondata di sostegno al programma di riforme del presidente Mauricio Macri, presentato in anticipo per ridurre gli oneri per le imprese nazionali e aumentarne la redditività.

Come tale, l’ETF Global X MSCI Argentina ha guadagnato il 50% nel 2017. Tra le partecipazioni principali presenti nel fondo figurano Mercadolibre Inc (NASDAQ: MELI), che viene spesso definito l’Amazon dell’America Latina, e la società siderurgica Tenaris SA (ADR) (NYSE: TS), che ha grandi operazioni in corso nel paese sudamericano.

2. iShares MSCI Germany Small-Cap ETF (BATS: EWGS)

L’iShares MSCI Germany Small-Cap ETF è un altro top performer che quest’anno ha guadagnato circa il 50%. Questo fondo si concentra solo su imprese tedesche emergenti, la maggior parte delle quali non sono neppure quotate nelle borse statunitensi.

Come l’Argentina, le speranze di una maggiore crescita economica hanno sostenuto il mercato azionario della regione. Questa crescita è molto più modesta su base relativa, ovviamente, con un’espansione del PIL di appena del 2% prevista per il 2017. Ma le aspettative sono state molto alte negli ultimi tempi e le aziende più piccole della regione hanno risposto molto bene alle speranze di un aumento economico della produzione.

3. Global X Robotics & Artificial Intelligence Thematic ETF (NASDAQ: BOTZ)

La tecnologia che aiuta le aziende a operare in modo più efficiente rappresenta una parte importante dell’economia del 21° secolo. E questo ha creato un grande vantaggio competitivo per le due maggiori tendenze tecnologiche del momento, ovvero la robotica e l’intelligenza artificiale. I processi di automazione aiutano infatti le aziende a risparmiare tempo e denaro e questi servizi sono sempre più richiesti da chi opera quotidianamente in un’economia globale.

Il Global X Robotics & Artificial Intelligence Thematic ETF è uno dei migliori fondi di questo settore e nell’ultimo anno è aumentato del 55%. Il suo ampio portafoglio comprende il gigante giapponese dell’intelligenza artificiale Keyence Corp. (OTCMKTS: KYCCF) e la società di robotica medica Intuitive Surgical, Inc. (NASDAQ: ISRG).

4. iShares Dow Jones US Home Const. ETF (BATS: ITB)

Il mercato immobiliare americano continua ad essere uno dei più attivi, soprattutto perché la domanda continua a superare l’offerta. E, di conseguenza, i prezzi aumentano costantemente. I dati delle vendite di case hanno infatti raggiunto il livello più alto dal 2007.

Anche le azioni dei costruttori di case sono in crescita, con nomi come D.R. Horton Inc (NYSE: DHI) in crescita dell’80% dal 1 ° Gennaio e NVR Inc. (NYSE: NVR) in aumento addirittura del 100%. Entrambe queste scelte sono le migliori partecipazioni comprese nell’iShares Dow Jones US Home Const ETF, che ha registrato circa il 55% di guadagni nel 2017.

5. PowerShares Golden Dragon China Portfolio (NASDAQ: PGJ)

La maggior parte delle azioni cinesi erano un po’ “stagnanti” dal 2013, soprattutto a causa dei timori di rallentamento della crescita economica. Ma nel 2017, il mercato azionario del paese orientale ha recuperato buona parte del suo valore, dopo un lungo periodo di sottoperformance. Allo stesso tempo, i timori di politiche protezionistiche americane che avrebbero “affossato” il commercio cinese si sono dimostrate esagerate.

Il risultato è stato una grande performance per molti fondi focalizzati in Cina, tra cui il principale è il Powershares Golden Dragon China Portfolio (NASDAQ: PGJ). Grazie al suo orientamento verso le imprese tecnologiche della regione, con circa la metà del portafoglio in titoli come il colosso internet Baidu Inc (ADR) (NASDAQ: BIDU) o la società di e-commerce JD.com Inc (ADR) (NASDAQ: JD), questo ETF è aumentato di circa il 55% nell’ultimo anno.

6. Global X Social Media Index ETF (NASDAQ: SOCL)

La rivoluzione culturale e tecnologica attuata dai social media non è certamente una novità, con Facebook Inc (NASDAQ: FB) che attualmente vanta oltre 2 miliardi di utenti mensili in tutto il mondo. Ma la crescita dei titoli dei social media non viene tanto da questo dato, quanto piuttosto dalla capacità di queste società di ottenere maggiori profitti dalle loro fiorenti attività commerciali e di far conseguire grandi entrate per gli azionisti.

Per gli investitori che vogliono puntare sui social, il Global X Social Media Index ETF rappresenta un ottimo modo per accedere a questo settore. Le partecipazioni includono giganti affermati come Facebook e altri colossi come la cinese Tencent Holdings Ltd (OTCMKTS: TCEHY). Complessivamente, questo etf ha fatto guadagnare circa il 55% nel 2017.

7. VanEck Vectors India Small-Cap Index ETF (NYSEARCA: SCIF)

Come per i titoli “minori” tedeschi che ottengono un vantaggio dalle rosee previsioni economiche, lo stesso vale per i titoli minori in India che beneficiano delle previsioni di crescita del paese. Con la banca mondiale che prevede quest’anno una crescita del PIL di circa il 7% per la nazione (più grande persino di quella della Cina!), le società indiane quotate in borsa possono sorridere.

Questo ha spianato la strada al VanEck Vectors India Small-Cap Index ETF: con il 20% del suo portafoglio aziende di consumo e un altro 18% in società finanziarie, questo fondo indiano diversificato è fatto su misura per un’impennata ciclica in una parte del mondo in rapida crescita. Di conseguenza, l’ETF ha guadagnato quasi il 60% nell’ultimo anno.

8. Global X Lithium & Battery Tech ETF (NYSEARCA: LIT)

Dagli smartphone ai veicoli elettrici, oggi utilizziamo sempre più batterie ad alte prestazioni. Ciò rende il Global X Lithium & Battery Tech ETF uno dei migliori etf per investire in questa tendenza.

Dai nomi noti come il gigante tecnologico Samsung a quelli più sconosciuti come il produttore di litio sudamericano Sociedad Quimica y Minera de Chile (ADR) (NYSE: SQM), questo particolare ETF è progettato per investire direttamente nel business delle batterie. E gli affari sembrano andare molto bene, visto che il fondo ha guadagnato circa il 60% nel 2017.

9. Emerging Markets Internet & eCommerce ETF (NYSEARCA: EMQQ)

Un altro trend che ha fatto registrare una crescita inarrestabile nel 2017 è stata la continua espansione di Internet e dell’e-commerce in tutto il mondo. Ovviamente Amazon.com, ma quando consideri i mercati non sfruttati all’estero è facile capire il potenziale di crescita.

Uno dei migliori etf per investirei in questo settore è l’Emerging Markets Internet & Ecommerce ETF. Tra i titoli più importanti compresi in questo fondo figurano grandi società come Alibaba Group Holding Ltd (NYSE: BABA) in Asia, ma anche società meno note come la russa Yandex NV (OTCMKTS: YNDX). Grazie alla grande crescita generalizzata delle sue azioni, il fondo EMQQ è aumentato di oltre il 60% nell’ultimo anno.

10. VelocityShares Daily Inverse VIX Short Term ETN (NASDAQ: XIV)

Oggi si può guadagnare anche scommettendo tatticamente al ribasso! Nello specifico, quando il mercato sta aumentando e gli investitori si sentono sicuri, perché non scommettere contro l’idea stessa di negatività del mercato?

L’indice di volatilità CBOE, conosciuto da molti investitori con il suo simbolo VIX o “indice di paura”, è una chiara indicazione dell’incertezza del mercato. E poiché gli investitori nel 2017 hanno ottenuto guadagni quasi senza sosta, il VIX è stato in caduta libera. Per fortuna, il VelocityShares Daily Inverse VIX Short Term ETN è progettato per trarre profitto da questi declini, ovvero quando il VIX scende!

I cali non stop nell’indice di paura hanno significato guadagni non-stop per XIV, con profitti di circa il 180% per coloro che hanno acquistato questo fondo lo scorso 1° Gennaio.

  • Voto Utenti
  • Ancora nessun voto!
  • Il tuo voto


Elenco dei migliori etf del 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su