Ordine Limite vs Ordine Stop: Principali Differenze

Gli ordini nel forex sono molto importanti. Diversi tipi di ordini consentono infatti al trader di rendere chiara la sua strategia al broker, il quale opererà di conseguenza.

Ordine Limite vs Ordine Stop: Principali Differenze

Quando si effettua un ordine limite o un ordine stop, ad esempio, si comunica al proprio broker che non si desidera trattare al prezzo di mercato (ovvero il prezzo corrente al quale l’azione viene negoziato); invece, si vuole che l’ordine venga eseguito quando il prezzo delle azioni si muova in una determinata direzione.

Ordine Limite vs Ordine Stop: Principali Differenze

Un ordine limite può essere visto dal mercato e un ordine stop non può essere eseguito finché non viene attivato. Se volete comprare un titolo da $ 80 a $ 79 per azione, allora il vostro ordine limite può essere visto dal mercato e attivato quando i venditori sono disposti a soddisfare tale prezzo. Un ordine stop si può trasformare in un ordine limite effettivo visto dal mercato una volta che il prezzo di stop sia stato raggiunto o superato. L’ordine limite è condizionato all’attivazione del prezzo di stop.

Vediamo ora nello specifico le principali differenze esistenti fra un ordine limite e un ordine stop.

Ordine Limite

Un ordine limite o limit order è un ordine di acquisto o vendita di azioni per un prezzo specifico. Ad esempio, se si desidera acquistare azioni con un valore di $ 100 a $ 100 o meno, è possibile impostare un ordine limite che non sarà attivato a meno che il prezzo specificato non sia disponibile. Tuttavia, non è possibile impostare un ordine limite semplice per acquistare un’azione al di sopra del prezzo di mercato poiché è già disponibile un prezzo migliore.

Allo stesso modo, è possibile impostare un ordine limite per vendere azioni una volta disponibile un prezzo specifico. Immaginate di possedere azioni per un valore di $ 75 per azione e intendete vendere se il prezzo arriva a $ 80 per azione. Un ordine limite può essere quindi impostato a $ 80, che sarà eseguito solo a quel prezzo o con uno migliore. Non è possibile impostare un ordine limite per vendere al di sotto del prezzo corrente di mercato perché ci sono prezzi migliori disponibili.

Ordine Stop

Un ordine stop o stop order è disponibile in alcune “varianti”, ma tutte condizionate in base ad un prezzo che non è ancora disponibile sul mercato quando l’ordine è stato originariamente inserito. Una volta che il prezzo futuro sarà disponibile, verrà attivato un ordine stop: ma, a seconda del tipo, il broker li eseguirà in modo diverso (leggi anche I Migliori Broker di Trading Online).

Molti broker aggiungono oggi il termine “stop on quote” ai loro tipi di ordine per chiarire che l’ordine stop verrà attivato solo dopo che è stato raggiunto un prezzo quotato valido sul mercato. Ad esempio, se impostate un ordine stop con un prezzo di stop di $ 100, verrà attivato solo se viene raggiunta una quotazione valida a $ 100 o superiore.

Un ordine stop diventerà un ordine di mercato tradizionale una volta raggiunto o superato il prezzo di stop. Un ordine stop può essere impostato anche come ordine di entrata. Se si desidera aprire una posizione una volta che il prezzo di un titolo è in aumento, un ordine di stop può essere impostato al di sopra del prezzo corrente di mercato, che si trasformerà in un normale ordine di mercato una volta che il prezzo di stop sarà stato raggiunto.

Ordine Limite vs Ordine Stop: Esempi

Facciamo ora un esempio per capire meglio le differenze esistenti fra questi due tipi di ordine. Ipotizziamo che un trader abbia acquistato l’azione Amazon.com, Inc. (AMZN) per $ 1,900 per azione il 5 ottobre 2018. La sua preoccupazione è che il prezzo possa scendere e fissa quindi un ordine stop-limite per vendere l’azione con un prezzo di stop a $ 1.750 e un prezzo limite di $ 1,800 per azione.

Ordine Limite vs Ordine Stop: Principali Differenze

Come potete vedere dal grafico sopra, l’acquisto originale avrebbe potuto essere eseguito il 5 ottobre e il prezzo di stop è stato attivato quando l’azione è scesa a $ 1,750 l’11 ottobre. Tuttavia, il prezzo limite di $ 1,800 non era disponibile fino a quando l’azione non è aumentata il 12 ottobre.

In questo esempio, il trader potrebbe aver utilizzato un ordine stop che è stato attivato una volta che il prezzo delle azioni ha raggiunto $ 1,750 o meno. Se l’investitore avesse utilizzato un ordine stop market, si sarebbe attivato l’11 ottobre e avrebbe potuto essere immediatamente eseguito al prezzo di apertura di $ 1,724, il che avrebbe comportato una perdita più consistente rispetto all’ordine stop-limit.

Un ordine stop-limit è costituito da due prezzi: un prezzo di stop e un prezzo limite. Questo tipo di ordine può essere utilizzato per attivare un ordine limite per acquistare o vendere un titolo una volta raggiunto un determinato prezzo di stop. Ad esempio, immaginate di acquistare azioni a $ 100 e decidete di aspettare che il titolo aumenti.

Potreste piazzare un ordine stop-limit per vendere le azioni se la vostra previsione si rivelerà sbagliata. Se impostate il ​​prezzo di stop a $ 90 e il prezzo limite a $ 90,50, l’ordine verrà attivato se l’azione viene poi scambiata a $ 90 o meno. Tuttavia, un ordine limite sarà eseguito solo se il prezzo limite selezionato sarà disponibile sul mercato. Se il prezzo scende a $ 89 per azione, questo è inferiore al prezzo di stop, quindi l’ordine verrà attivato, ma non verrà eseguito immediatamente perché non ci sono acquirenti al prezzo limite di $ 90,50 per azione. Il prezzo di stop e il prezzo limite possono essere uguali a questo tipo di ordine.

Un ordine stop-limit ha due rischi principali: nessuna esecuzione o esecuzione parziale. È possibile che il vostro prezzo di stop venga attivato e il vostro prezzo limite non sia disponibile. Se si è utilizzato un ordine stop-limit come stop loss per uscire da una posizione long una volta che il titolo ha iniziato a scendere, il trade potrebbe non essere chiuso.

Anche se il prezzo limite è disponibile dopo l’attivazione di un prezzo di stop, l’intero ordine potrebbe non essere eseguito se non vi fosse liquidità sufficiente a quel prezzo. Ad esempio, se si desidera vendere 500 azioni ad un prezzo limite di $ 75 ma solo 300 sono stati eseguite, si potrebbero subire ulteriori perdite sulle restanti 200 azioni.

Un ordine di stop evita i rischi di mancate esecuzioni o esecuzioni parziali, ma poiché si tratta di un ordine di mercato, è possibile che questo sia stato eseguito ad un prezzo molto peggiore di quello che vi aspettavate. Ad esempio, immaginate di aver impostato un ordine stop a $ 70 su un’azione che avete acquistato per $ 75 per azione. La società registra guadagni dopo la chiusura del mercato e apre il giorno successivo a $ 60 per azione dopo aver deluso gli investitori. Il vostro ordine verrà quindi attivato e potreste essere ormai fuori dal mercato a $ 60, in quanto molto al di sotto del tuo prezzo di stop di $ 70.

Ricordate che:

  • Un ordine limite è visibile al mercato e “ordina” al vostra broker di eseguire il vostro ordine di acquisto o di vendita ad un prezzo specifico o migliore.
  • Un ordine stop non è visibile al mercato e consente di attivare un ordine limite una volta che il prezzo di stop sarà stato raggiunto.