Sterlina Britannica: Le Migliori Ore per Fare Trading

La Sterlina britannica (GBP) si erge come la quarta valuta più ampiamente commercializzata a livello mondiale, dopo il Dollaro americano (USD), l’Euro (EUR) e lo Yen giapponese (JPY), e al terzo posto fra le riserve detenute a livello globale. Chi fa trading online con la Sterlina specula sulla sua forza e debolezza attraverso coppie di valute che stabiliscono il valore di confronto in tempo reale. Anche se i broker forex offrono decine di cross correlati, la maggior parte dei trader concentrano la loro attenzione sulle quattro coppie più popolari:

La Sterlina britannica viene scambiata continuamente da Domenica sera a Venerdì pomeriggio offrendo, in questo lasso di tempo, significative opportunità di profitto. Tuttavia, il volume e la volatilità variano notevolmente in ogni ciclo di 24 ore, con spread ampi in periodi di relativa quiete e di restringimento nei periodi più attivi. Mentre la possibilità di aprire e chiudere le posizioni in qualsiasi momento è uno dei vantaggi offerti dal mercato forex, la maggior parte delle strategie di trading si svolge durante i periodi attivi.

Sterlina Britannica: Catalizzatori Del Prezzo

Sterlina Britannica: Le Migliori Ore per Fare TradingLe migliori ore per fare trading con la sterlina britannica coincidono con il rilascio dei dati economici chiave, così come con gli orari di apertura dei mercati azionari, opzioni e futures. Programmare in anticipo il trading con questa moneta richiede una doppia fase di ricerca, ovvero quelle riguardanti le notizie economiche del Regno Unito e quelle del paese con cui si desidera “tradarla”.

Inoltre, le coppie sono molto sensibili agli eventi macro economici e politici che innescano un’alta influenza sui prezzi attraverso azioni, valute e mercati obbligazionari di tutto il mondo. La svalutazione dello Yuan cinese nel mese di Agosto 2015 offre una perfetta illustrazione di questo concetto. Anche le catastrofi naturali hanno il potere di generare fluttuazioni nel prezzo delle valute, come ha dimostrato il terribile tsunami in Giappone nel 2011.

Sterlina Britannica: Rilasci di Dati Economici

La maggior parte dei dati economici mensili del Regno Unito vengono rilasciati verso le 7:30 (alle 1:30 negli Stati Uniti), mentre la maggior parte dei dati provenienti dal continente Europa circa mezz’ora più tardi. Dai trenta ai sessanta minuti prima di queste rilasci e da una a tre ore dopo, sono fra i migliori segmenti di tempo per fare trading con la sterlina britannica, in quanto il flusso di notizie avrà un impatto su almeno tre delle quattro coppie di valute più popolari con cui è in cross. I rilasci economici degli Stati Uniti avvengono invece dalle 8:30 alle 10:00 (Eastern Time) e hanno anche una certa influenza sulla Sterlina, con elevate probabilità di forte trend sull’azione dei prezzi in alcune o addirittura in tutte le coppie. I rilasci economici in Giappone ottengono meno attenzione da parte dei trader, perché avvengono dalle 4:30 pm alle 10:00, ovvero quando in Gran Bretagna la popolazione è a metà del suo ciclo di sonno.

Considerazioni Finali

Il mercato Forex del trading online europeo è il più importante e tradato del mondo, soprattutto perché è situato in un’area geografica molto importante dal punto di vista finanziario, in quanto buona parte della ricchezza mondiale si trova in Europa. La capitale dei mercati europei è Londra: la sua “city” è infatti sede di molte banche d’affari operanti a livello mondiale. Quindi non è strano che la maggiore volatilità si registri proprio quando la sessione europea è aperta.

Si inizia alle 8 con l’apertura del mercato tedesco di Francoforte, che si incrocia per un breve lasso di tempo con la sessione asiatica, ma si entra nel vivo solo alle 9, quando entra in gioco Londra. La volatilità raggiunge però il suo piccolo dopo le 14, quando apre la borsa USA. Vi consiglio di fare trading con le valute “maggiori” (nel nostro caso, GBP/USD, GBP/EUR e GBP/JPY), in quanto queste normalmente hanno spread più piccoli. In genere, a partire dal 19 ora Italia il livello di interesse del mercato cala in modo significativo, questo potrebbe portare a situazioni in cui il mercato risulta piuttosto fermo e può essere difficile operare.